Pagine

lunedì 11 novembre 2013

ORIGAMI LAND - EPISODIO 07

Pubblico in ritardo di un giorno, stavolta per colpa mia. Per mantenere i soliti standard di bruttezza mi sono prefissato di ridurmi sempre all'ultimo a cercare uno straccio di idea per proseguire la serie, stavolta forse ho esagerato e mi sono ridotto un po' troppo all'ultimo, poi ci sono stati anche alcuni imprevisti tipo che mi si è rotta una corda della chitarra che erano anni che non mi capitava e di solito era il MI cantino (la più sottile) e invece stavolta mi si è rotta la terza corda dall'alto che poi sarebbe il RE anche se nel mio caso era un DO diesis dato che tengo l'accordatura un semitono più bassa. Insomma, alla fine ho cambiato 'sta benedetta corda ma suonava male perché quando sono nuove rispetto alle altre suonano e vibrano in modo strano e fastidioso per cui ho dovuto suonarci un po' perché il suono migliorasse, comunque sia, a parte quest'ultima spiegazione che capiranno in due, son contento: lo standard di bruttezza è stato mantenuto.

18 commenti:

  1. pure a me sorge un imprevisto, se leggo i commenti non riesco a guardare il video!
    però si sente che c'è una corda nuova, suona da dio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spiegati meglio, vuoi dire che il video nei commenti non parte o che proprio non si vede il riquadro con il video?

      Davvero si sente la corda nuova?

      Elimina
    2. no, vuol dire che se leggo non riesco a guardare.
      è come guardare un film con i sottotitoli, o guardi le scene o leggi i sottotitoli!
      certo che si sente la corda nuova ... eccome se si sente .... immagino che se è nuova si debba sentire per forza ...

      Elimina
    3. ah, mi era sfuggita la battuta, scusa, vado sempre in sbattimento quando si citano disfunzioni al blog :)

      Elimina
    4. allora forse non ho capito una cosa, per commenti intendi quelli che scriviamo qui o le "scritte" con le battute dei personaggi che si vedono nel video.

      Elimina
  2. (da ragazzo ho sempre avuto una curiosita': potresti chiedere all'alieno cosa significhi "IFIX TCHEN TCHEN"? magari lui lo sa)
    strano, di solito il Re e' la corda che si usura piu' velocemente nelle corde di nylon.
    certo pero' che se le tenevi da 10 anni...

    RispondiElimina
  3. Io con le corde di nylon non ci ho mai suonato, ma ricordo benissimo che con la chitarra acustica i primi tempi il MI cantino mi si spezzava spesso, e ti credo, suonavo praticamente in maniera violenta e spesso solo su quella corda sola!
    La muta di corde l'ho cambiata poco più di un mese fa quindi non erano neanche vecchie.

    Documentandoti sulle riviste porno anni '70 scopriresti che"IFIX TCHEN TCHEN", nella serie di fotoromanzi Supersex, era l'urlo che lanciava il protagonista extraterrestre in una determinata situazione e da lì dovresti riuscire a intuirne il significato. Io essendo nato troppo tardi non l'ho mai vista quella rivista, me ne avevano parlato alcuni colleghi più vecchi tempo fa, così nel primo episodio in cui compare il mio alieno gliel'ho fatto dire nella scena "dietro le quinte" alla fine del video.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io invece ho l'eta' per ricordarmi benissimo di quelle riviste, ma la domanda me la sono sempre posta lo stesso, forse sara' una specie di SIM SALA BIM, ma usando un'altra bacchetta magica (ma forse tu sei troppo giovane anche per ricordarti di SILVAN).

      P.S. io di solito in quelle situazioni non riesco ad articolare frasi intellegibili, tantomeno contenenti delle X, piuttosto dei versi gutturali tipo OAORGHHHAOAOOOARGHGG!
      (non che succeda spesso...)

      Elimina
    2. Ti credevo più giovane, però il mago Silvan me lo ricordo. Qualche tempo fa Raul Cremona ne faceva una caricatura interpretando il personaggio Silvano-il-mago-di-Milano coi suoi numeri di prestidirigiribiririzzazione.

      P.S.: :)

      Elimina
    3. negli anni settanta Silvan aveva una sua trasmissione in tv ed io ero un suo grande fan, tanto che chiesi a Babbo Natale la scatola di Silvan (della mitica Clementoni), ma quando mi arrivo' scoprii con orrore che quelle magie erano solo trucchi. credo che sia stato il regalo per cui persi interesse in tempo record assoluto. non parliamo poi dell'esistenza di Babbo Natale, altro trauma.
      comunque, pur ammirando Silvan, non ho mai capito l'interesse nel rinchiudere una bella ragazza in una scatola per segarla a meta'. quando poi da adolescente scoprii i numeri di Supersex, li trovai molto piu' interessanti.

      Elimina
    4. Io la scatola magica (non era quella di Silvan) la vinsi da bambino a una riffa, mi misi subito a studiare il librettino con i trucchi ma erano troppo complicati e persi presto interesse. Qualche anno fa mi accorsi che in ufficio, per uno strano difetto di fabbrica, in un pacco, le "ercoline" (cartelline trasparenti con i buchi per i dossier) erano unite a due a due, proprio sovrapposte da sembrare una, per cui per un po' andai avanti ad esibirmi davanti ai colleghi nello sdoppiamento dell'ercolina, molti rimasero stupiti.

      Elimina
  4. Questa, tra quelle pubblicate finora, è la mia storia preferita! (si vede anche Daniele, che secondo me all'occorrenza sarebbe stato disposto a testimoniare in favore dello sciacallo in tribunale)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma in tribunale la difesa avrebbe smontato la sua testimonianza (quella del gufo) tirando il ballo il suo vizio per il bere.

      Elimina
    2. A me, da quello che si vede, sembra sobrio. Povero Daniele!

      Elimina
  5. come gusto personale, il fade in/fade out dei testi non mi convince, perche' il video si interrompe continuamente su uno schermo nero, spezzando troppo lo scorrere della storia. al limite se esistesse un crossfade che fa passare in modo graduale dal video alla scritta sarebbe meglio secondo me, non so se chi se ne intende di montaggio possa essere d'accordo con me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, in effetti infastidisce anche me, soprattutto in quest'ultimo episodio nella parte in cui parla l'alieno e a raffica si passa dalla scritta a un frammento di video, per il momento altre soluzioni non ne ho trovate, i sottotitoli poi sono impossibili da gestire per via che non riesco a dare alle scritte un'ombra tale che le renda leggibili su tutti gli sfondi. Se non mi vergognassi e sapessi fare le voci potrei fare del doppiaggio, ma anche volendo sarebbe ancora più complicato.

      Elimina
    2. Mike Judge faceva le voci di Beavis and Butthead, ma il risultato e' totalmente diverso.
      il fascino del film muto e' che idealizza molto i personaggi e che la musica e' melodrammatica. si puo' dire che il film muto e' piu vicino al melodramma che ai film sonori. se riesci a togliere il fade in/fade out sulle scritte, pur essendo meno raffinato, ne guadagna il ritmo. un effetto pellicola rovinata sulle scritte non sarebbe male.

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.