Pagine

sabato 14 gennaio 2017

Illusione ottica

Mangiavo seduto al tavolo di un pizza-al-taglio quando mi è caduto l'occhio su una prelibatezza nel piatto di due avventori pochi tavoli più avanti: paffuti fagottini tondeggianti fatti di bianca mozzarella e ripieni di speck e chissà cos'altro.
Ho allungato il collo per vederli meglio, rammaricato di non averli visti prima e quindi ordinati.
Erano solo dei tovaglioli di carta appallottolati. 

giovedì 5 gennaio 2017

Il messo comunale

Un tempo la tessera elettorale la portava il messo comunale. Ogni tornata elettorale il messo, un uomo distinto coi baffi, passava casa per casa a consegnare il pezzo di carta da presentare al seggio per poter votare. Siccome al nostro paese eravamo tutti poco istruiti gli dicevamo “te che hai studiato e sei informato delle cose della politica tieni pure la scheda e vota per me” e gli si firmava un mandato di procura per farlo votare a nome nostro. Tutto ciò era illegale, il messo per non deludere diceva di sì ma poi per lo stress non dormiva la notte, anche perché aveva un conflitto d'interessi potentissimo essendo anche presidente di seggio, scrutatore, maresciallo dei carabinieri, bidello della scuola elementare, marito del sindaco in carica, figlio del procuratore della Repubblica e sua nonna era stata finalista di Miss Italia.
Non c'è da stupirsi poi se le istituzioni quando lo scoprirono, per non far brutta figura con la comunità europea, non poterono far altro che radere al suolo il paese e farci rapire tutti dagli alieni.


sabato 31 dicembre 2016

Uscite al cinema

Al cinema mi fa molto ridere quando durante la proiezione qualcuno si alza per andare al bagno o per andare a prendere i pop-corn e non ricordandosi da che parte è entrato va a spalancare l'uscita di sicurezza che dà sull'esterno. A volte si accorge dell'errore e torna su suoi passi, altre volte esce e sparisce. Per sempre.



venerdì 30 dicembre 2016

Qual era il tuo sogno da bambino?

Il mio sogno da bambino era quello di picchiare Mike Tyson, però siccome non riuscivo neanche a dargliele al mio fratello più piccolo ho desistito subito. Per arrivare a dargliele a Mike Tyson c'era una trafila da rispettare: prima dovevi picchiare il fratello più piccolo (tuo o di un tuo amico di pari età), poi quello più grande, poi il tuo vicino di casa, il papà del tuo vicino, il bullo del quartiere, la maestra dell'asilo, il professore di ginnastica delle medie, il sindaco del tuo paese, un camionista di quelli che sono sempre in trasferta, un presentatore televisivo, il capo del governo, il Papa.
Mike Tyson appena veniva a sapere che avevi sconfitto il profe di educazione fisica cominciava subito a raddoppiare gli allenamenti.

mercoledì 28 dicembre 2016

Il desiderio inespresso

Stasera mentre tornavo a casa in macchina ho visto scendere dal cielo una piccola sfera luminosa con tanto di scia. Perdendomi via a pensare se potesse essere una stella cadente o un fuoco d'artificio alla fine mi son dimenticato di esprimere un desiderio.

lunedì 26 dicembre 2016

SONDAGGIO

Nottetempo un ladro si introduce in casa tua e, mentre è intento a derubarti  inciampa nella riproduzione in scala 1:200 del Partenone, cade, sbatte la testa e muore.  La mattina seguente ti svegli e lo scopri, cosa fai?

a. Lo sottoponi a imbalsamazione e lo usi come appendiabiti.
b. Gli metti addosso i tuoi effetti personali, tra cui la catenina d’oro della prima comunione con la croce e la piastrina con inciso il tuo gruppo sanguineo, poi accomodi il cadavere sul divano e dai fuoco alla casa. Convinto che crederanno che il corpo carbonizzato sia il tuo, fuggi all’estero per iniziare una nuova vita con una nuova identità.
c. Per ripicca cerchi il suo indirizzo, ti introduci a casa sua, scivoli, sbatti la testa e muori.
d. Ti dispiace per lui, morire così, da ladro…  Per non farlo passare per delinquente chiami la polizia e racconti che è un tuo vecchio amico d’infanzia, entrato di soppiatto dopo aver forzato la porta per farti una sorpresona come ai vecchi tempi.
e. Lo cospargi di croccantini per gatti e lo abbandoni sul retro lasciando ai randagi il compito di farlo sparire.
f. Influenzato da film e telefilm americani chiami il 911.
g. Lo depositi di soppiatto sul pianerottolo del vicino, poi suoni il campanello e scappi.
h. Lo metti all’asta su e-bay con l’opzione Compralo Subito.
i. Lo resusciti con il vudù.
j. Avverti le forze dell’ordine e intanto ti porti avanti facendogli l’autopsia.
k. Lo getti nella vasca dei piraña.
l. Vorresti scioglierlo nell’acido, ma di acido in casa hai solo il latte rimasto in frigo da natale.
m. Riempi la vasca di coca-cola e glielo getti dentro.
n. Scopri dove abita e lo riporti a casa, lo metti a letto e gli rimbocchi le coperte, poi se qualcuno ti ha visto e vengono a fare domande, rispondi che credevi dormisse.
o. Gli metti le pinne e la bombola d’ossigeno, poi lo adagi su un albero in giardino.
p. Torni a letto sperando di risvegliarti più tardi e scoprire che è stato solo un brutto incubo.
q. Chiami la mamma.
r. Sei talmente distratto che manco te ne accorgi, incurante gli passi sopra e poi vai al lavoro.
s. Decidi di chiamare qualcuno ma sei talmente smemorato che arrivato al telefono non ricordi più cosa dovevi fare.
t. Lo metti nel congelatore insieme agli altri.
u. Lo osservi un poco e poi procedi oltre pensando: “così come è arrivato se ne andrà”.
v. Chiami in Vaticano e chiedi del Papa, ti passano un cardinale che facendo un’imitazione perfetta di Benedetto XVI ti dà una dritta niente male.
w. Scendi al bar di sotto a vantartene con gli amici, quando torni a casa non lo trovi più: un amico invidioso te l’ha portato via.
x. Ci metti un po’, ma avendo visto il film  “Il Sesto Senso” improvvisamente realizzi che il cadavere steso a terra sei tu, ora sei un fantasma, il proprietario della casa si deve ancora svegliare così scappi prima che qualcuno chiami i Ghostbusters.
y.  Lo dai in pasto al tuo boa.
z. Altro (specificare)……………………

(8 giugno 2010, 21:27)