Pagine

sabato 11 novembre 2017

Non vado nei musei

Non vado mai ai musei perché se no poi mi vien voglia di tornare la notte a portar via tutto. Già alle elementari durante una gita un mio compagno aveva fatto la spia alla maestra “maestra, maestra, c'è Angelo che ha detto che vuole portarsi a casa un capolavoro del Pisanello” e in quel mentre venivo beccato mentre mi allugavo per staccare dal muro un'opera del medesimo per infilarmela in cartella. Al museo egizio stessa cosa: “prof, c'è Angelo che sta smontando una vetrinetta per portarsi a casa il sigillo imperiale di Rimmes II, il cugino povero di Ramses”. Alle superiori “ hey teacher, look out, Angelo mean to steal the Crown Jewels!!!” e la prof “what? I don't understand, could you speak more slowly, please?” e il compagno traditore “professoressa, sveglia! Angelo si sta accingendo a mettere in atto il suo piano per rubare i gioelli della corona! Finiremo tutti incarcerati nelle segrete di Buckingam Palace!” e la prof “USSIGNUR!”.
Che poi anche all'asilo “maestra, maestra, Angelo, approfittando del caos generato da noi bambini imbottiti di dolciumi ad alto indice glicemico che strilliamo istericamente e corriamo di qua e di là senza una meta precisa, sta staccando dalla bacheca i nostri disegni più belli, arrotolandoli per poi portarseli agevolmente a casa durante la pausa per il riposino pomeridiano!” e la maestra “ma cosa dici? Ma vai a giocare sullo scivolo piuttosto, figurati se Angelo, un bambino così docile, mansueto ed educ ANGELOOOOO! METTI GIU'! METTILI. IMMEDIATAMENTE. GIU'!!!”

giovedì 12 ottobre 2017

Un sogno potentissimo

Ieri notte ho sognato la mia gatta che allattava dei micini. La mia gatta è stata sterilizzata quando era ancora piccola.
Un sogno potentissimo.
Nel sogno, poco prima che mi svegliassi, mio padre stava dicendo "hai visto la natura...?"

venerdì 6 ottobre 2017

Quelle gran sagome delle cicogne


Ultimamente mi capita spesso di vedere, davanti alle case di famiglie che hanno appena avuto un bambino, sagome in legno di cicogne che tengono tra il becco il classico fagottino con dentro un frugoletto. Sotto alcune di queste addirittura ci costruiscono anche un bel nido fatto di rametti.
Le cicogne sono molto orgogliose di ciò. 
Per ricambiare si sono organizzate a loro volta con delle sagome da piazzare davanti al nido quando le uova si schiudono.

martedì 3 ottobre 2017

Il banco della gastronomia

Se lavori al banco della gastronomia del supermercato sicuramente ti sarà capitato di sternutire nell'insalata russa. Perché, se è vero che dalla parte del cliente c'è il vetro che fa da barriera, dalla parte dall'addetto a servire le pietanze non c'è nessun ostacolo che fermi lo sternuto. Per cui può capitare che, senza che neanche te ne accorga, ti scappi lo sternuto sulle cipolle alla zingara, nel manzo in salsa verde, sull'antipasto 5 gusti, sull'insalata di pasta, nell'insalata di nervetti, e poi ci sarebbero anche l'insalata portofino, le seppioline e piselli, il baccalà alla vicentina, e via dicendo, cuscus alle verdure, merluzzo fritto infarinato, nasello olio e limone, patate al forno gratinate, gamberetti in salsa rosa, vitello tonnato eccetera.
Un addetto del supermercato da cui mi servo non ha mai sternutito nella mostarda, gli mancava solo quella,per cui l'ultimo giorno prima di andare in pensione voleva farlo, ma poi non si sa se l'ha fatto.
A me piace pensare di sì.

domenica 24 settembre 2017

Superman senza amor proprio

Anni fa proposi alla DC COMICS (famosissima casa editrice di fumetti) una storia che poi non mi pubblicarono.
Questa è la trama:
La vignetta in cui Batman gli dà il ben servito
Superman assume la kriptonite senza saperlo per via orale (gliela scioglie nel caffélatte il suo acerrimo nemico Lex Luthor mentra il supereroe è distratto da uno scippo) per cui perde tutti i suoi superpoteri. Lois Lane lo lascia subito tramite sms perché non può più darle quella sicurezza che come donna cerca in un uomo. Batman invece, appena lo scopre, lo sbatte fuori dalla Justice League e lo sostituisce con l'Uomo Cotechino. L'Uomo Cotechino è un macellaio che è stato morso da un maiale radiottivo, ma il suino non gli ha fatto acquisire alcun potere, solo che la notizia ha avuto talmente tanto risalto che Wonder Woman si è innamorata di lui vedendolo in un talk-show e adesso stanno insieme; siccome non si vedevano mai a causa dei loro impegni ha preteso che venisse preso nella Justice League. Dopo diversi mesi l'effetto nocivo della kriptonite svanisce e Superman riacquista i poteri, ma a questo punto ha l'autostima talmente bassa che, invece di tornare a salvare la gente come faceva prima, apre un blog per lamentarsi di non riuscire a trovare la morosa.

lunedì 18 settembre 2017

In farmacia

In fila in farmacia noto una confezione di pastiglie coadiuvanti della ricrescita dei capelli. Costo 24,99 euro. Che poi se funziona occorre aggiungere la spesa per uno shampoo per mantenerli fluenti, per un buon taglio dal barbiere, il gel per tenerli in ordine etc. etc.. Per cui quando arriva il mio turno chiedo al farmacista: scusi, ma questo prodotto funziona? E soprattutto, considerando la spesa che comporta il mantenimento di una chioma importante di questi tempi, mi assicura che riesco a trovare la morosa entro la fine dell'anno solare?
E lui: guardi, se la ragazza assume regolarmente questi altri bei pastiglioni qui da 99,99 euro, e se quel giorno lì è dell'umore giusto, magari può capitare che ci scappi l'appuntamento al chiaro di luna. Di più non posso garantire.
Io: a questo punto non compro niente e mando a gambe all'aria l'indotto dell'industria del capello.