Pagine

venerdì 28 giugno 2013

Asilo

Annualmente la nostra ditta fa una cospicua donazione alla scuola materna del paese, in cambio le educatrici si impegnano ad insegnare ai bambini che hanno in carico i primi rudimenti di recupero credito (dalla minaccia velata ma neanche tanto fino alla tortura psicologica fatta bene).
Periodicamente poi noi inviamo loro le pratiche dei nostri clienti insolventi in modo che i piccini possano impratichirsi procedendo alla riscossione dei nostri crediti.
Il cliente che si vede contattato da un bambino sui 3 o 4 anni bello convinto e deciso cede e paga subito senza fare storie, a costo di indebitarsi e finire in mano al racket dell’usura.
I bambini più capaci vengono inseriti nel nostro organico non appena imparano ad allacciarsi le scarpe. Tutto in nero, no contributi previdenziali, no sindacati.

2 commenti:

  1. La vedo un po' difficile che davanti ad un bambino che chiede migliaia di euro (o anche centinaia) un adulto ceda così :P
    Ma non gli date manco la mancia per la merendina!! Cattivi!! :P

    RispondiElimina
  2. Ti sembrerà strano, ma davanti alla vocina del bambino che dice frasi del tipo "uffa, se non paghi le fatture trattengo il fiato finché non divento blu" o con voce piagnucolante (finta) "perché non paghi...uhaaaa..." buttandosi a terra disperato e in lacrime, oppure che ripete ossessivamente "voglio il bonifico lo-voglio-lo-voglio-lo-voglio" molti debitori pagano.

    Niente mancia, al massimo una percentuale minima sul recuperato.

    RispondiElimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.