Pagine

mercoledì 5 ottobre 2011

DEL FATTO CHE LE COSE BELLE CAPITINO AGLI ALTRI

(POST CHE NON HO POTUTO PUBBLICARE PERCHE' AVEVO INTERNET ROTTO)

Davanti ad una fotocopiatrice Tizio ha invitato la collega ad uscire una sera per una pizza, lei ha accettato e ora sono felicemente sposati con prole. Alla radio Caio racconta di aver conosciuto la sua ragazza durante una vacanza, attualmente ogni week-end fa la spola Verona-Perugia, soffre per la lontananza, non gli pesano i viaggi, ed è felice. Sempronio è rimasto solo tutta una vita, poi un giorno che non ci sperava più in una chat ha conosciuto una donna uscita da poco da un matrimonio infelice, e ora convivono insieme felici. Quanto costa ad un braccio tendersi e allungarsi per cogliere un frutto nel momento che questi è maturo tanto da staccarsi dal ramo al solo tocco? Tu questo Curzio non lo sai, vero? Tu e il tuo dannato cuore foderato di antimateria.

4 commenti:

  1. Da oggi ti chiamo Cicerone ;P

    RispondiElimina
  2. Tu chiamami ma non è detto che io risponda.

    RispondiElimina
  3. Ben detto! io invece sono un po' al contrario, fino a qualche anno mi inventavo nomi momentanei, sarà che il mio non mi piaceva, boh!

    RispondiElimina
  4. Nel nostro ufficio ogni tanto sbuca fuori scherzosamente l'abitudine di chiamare la persona a cui ci si rivolge con il primo nome che viene in mente. Ad es.: io al mio capo (che si chiama Max) "oh, Giovanni, come devo registrare questa fattura?" oppure: altro collega che rivolto a me fa: "oh, Pasquale hai letto la mia mail?"

    RispondiElimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.