Pagine

giovedì 30 ottobre 2014

Il mito dei ladri acrobati

Quello dei ladri acrobati è un mito che va sfatato, essi infatti non esistono.
Noi dell’associazione Ladroni Garbati lo sappiamo bene, infatti tutto è partito da noi.
Nel 1993, siccome molti di noi si infortunavano durante le nostre razzie notturne, anticipando la legge 626 sulla sicurezza sul lavoro, ci siamo mobilitati contro il nostro datore di lavoro (Diabolik) per ottenere maggiori garanzie contro i rischi dell’andare a rubare di notte nelle case. Tra le altre misure adottate è stato impartito da subito l’obbligo di munirsi di ponteggi e impalcature da tirar su quando c’era da visitare qualche abitazione passando dalle finestre, quelle dal primo piano in su.
Il rischio di farsi male c’era comunque, perché i ponteggi venivano messi giù male. Un po’ non eravamo capaci e un po’ non avevamo voglia, ma nel complesso eravamo contenti.

Il proprietario di un immobile che rientrava a casa o che si svegliava trovandosi svaligiata la casa, con una serie di ponteggi a deturpargli gran parte di una facciata, doveva scegliere tra denunciare subito l'accaduto alle forze dell’ordine o preoccuparsi prima di far sparire tutte le impalcature per evitare di essere indagato per ostentazione di cantiere edile abusivo (di sicuro il vicino appena vedeva dei lavori correva ad avvisare i vigili) e denunciare un furto da parte di ladri acrobati ignoti.
Carabiniere: "ma scusi, come hanno fatto a raggiungere quella finestra lì che la parete non presenta sporgenze o appigli di alcun tipo". 
Derubato: "guardi, secondo me han fatto una piramide umana in prossimità del passo carraio, da lì l’uomo al vertice della piramide è stato catapultato sui cavi dell’alta tensione lì, poi percorrendo il cavo della corrente su un monociclo lanciatogli dai suoi compari, facendo roteare una serie di clave sulla testa si è lanciato sul filo per stendere i panni e sfruttando l’effetto elastico si è librato nell'aria con un volo carpiato ed è atterrato sul davanzale".
Carabiniere: "bon, per me è andata così!".

Ovviamente molti derubati, per evitare grane con la giustizia, scelsero la storia del furto acrobatico, che però cominciò a diffondersi a macchia d’olio seminando il panico tra la popolazione, perciò per tenere tranquilla l'opinione pubblica, con un’operazione congiunta delle forze dell’ordine, vennero arrestati tutti i membri del Cirque du Soleil che si trovavano sul territorio nazionale. Poi però, siccome quello che strappava i biglietti all'ingresso dei loro spettacoli era anche procuratore della repubblica, venne insabbiato tutto, e tutto finì in niente.

Se vi capita di trovarvi delle impalcature davanti a casa, spesso tirate su a metà perché i ladri sono stati sorpresi dalle prime luci dell’alba prima di poter portare a compimento la loro bella opera criminale, la prima cosa da fare è chiamare al lavoro e dire che arriverete tardi, poi smontate i ponteggi, caricateli in fretta sul tetto della macchina e spostatevi nei pressi dell’abitazione di qualcuno che vi sta veramente sulle balle (di solito è il sindaco del paese) qui tirategli su tutta la bella impalcatura e avvertite i vigili. Lui si sveglia tra le 10 e le 10 e mezza del mattino, per cui tempo per fare tutto bene e con calma ce n’è.
Tanto poi se è il sindaco già si sa che i vigili non gli fanno niente, si mettono a posto fra loro e fanno trovare tutto in riva al corso d’acqua più vicino (ad esempio il fiume Mincio), poi sporgono denuncia contro ignoti.

venerdì 24 ottobre 2014

ORIGAMI LAND - RIASSUNTO STAGIONE 1 (TENETE BASSO IL VOLUME)

Un vecchio sempre vestito da Yoda (il maestro Jedi di guerre stellari) per via della sua passione per il cosplay incontra al parco quello che lui scambierà per un cane, ma che si rivelerà essere un dinosauro adolescente di bassa statura sempre in cerca di sostanze psicotrope. Com'è possibile confonderli? Forse il vecchietto è rincoglionito, forse si droga, forse entrambe le cose. Fatto sta che stanno succedendo cose strane, i moscerini della frutta hanno scoperto la tecnologia per viaggiare nel tempo ma ancora non riescono a controllarla, fanno balzi nel tempo a casaccio e forse è colpa loro se i dinosauri tornano dal passato. Intanto il vecchietto, catapultato accidentalmente nel giurassico, giunge alla conclusione che i lucertoloni si sono estinti perché non riuscivano a trovare la morosa, pertanto dal passato lancia una raccolta fondi per salvarli. Un sera ha anche un incontro ravvicinato con un alieno che gli sta rubando il gasolio dall'auto perché con lo stipendio che prende non può permettersi di andare a trovare la fidanzata su Alpha Centauri. In seguito, mentre cercherà l'alieno precipitato con la sua astronave perché pensava alla morosa lontana, una mano gigante compare alle sue spalle, lo sposta avanti e poi scompare; in realtà a ben guardare in tutta la prima stagione in alcuni frame si vedono alcune dita, da dove vengono? Di chi sono?
Come se non bastasse i ladri-acrobati girano a svaligiare le case, fortuna che il vecchietto ha due gatti su cui contare e parte sereno per le ferie. Il gufo Lucius che dovrebbe fargli da supplente per una puntata, si presenta sbronzo con la scusa di essere stato abbandonato dalla morosa, poi collassa e cade privo di sensi.
Di ritorno dalle vacanze il vecchietto ricorrerà all'alieno, con cui ha instaurato una sorta di amicizia, quando investirà uno sciacallo che crede un cane e gli chiederà di resuscitarlo, l'alieno non sarà in grado, ma succederà qualcosa di inspiegabile, il cane/sciacallo risorgerà diventando addomesticabile. Nell'ultimo episodio il piccolo Timmy cade nel tombino della fossa biologica, il vecchietto, il dinosauro teenager, i moscerini e l'alieno si precipiteranno a soccorrerlo.
Come finirà?
La stagione si chiude con un ulteriore dilemma: e adesso chi cacchio sarebbe 'sto Timmy?

video







lunedì 20 ottobre 2014

La mia infanzia tormentata

Mi hanno sempre raccontato che nelle foto non sorridevo mai, ieri sfogliando gli album di famiglia ne ho avuto ancora una volta la conferma.

"Tanto non troverò mai la morosa..."

 Gli abiti di parenti vissuti nell'ottocento all'epoca
andavano molto di moda.


"Sì, fatevene una ragione, da grande sarò un serial killer."

martedì 14 ottobre 2014

Chi è nato prima

Mia mamma continua a insistere che è nata prima la gallina.
Per me è nato prima l’uovo alla coque.

lunedì 6 ottobre 2014

Un anno fa circa

Un giochino che faccio in questo periodo è andare a cercare i miei commenti lasciati nei blog di altri l'anno scorso più o meno in questo periodo, per vedere se a distanza di un anno le cazzate che dico hanno ancora senso.