Pagine

martedì 7 gennaio 2014

Nel cerchio infuocato

In casa mia il rapporto uomo/animale domestico si è invertito, non è più il padrone a comandare e a dare istruzioni bensì il contrario, per farla breve: la mia gatta mi ha plagiato.
Sì, se mi si strofina contro una gamba e va alla porta, io hop mi alzo e vado ad aprirle; se mi struscia il muso sulla caviglia, va vicino alla sua ciotolina e cerca di ribaltare il barattolo con i croccantini, hop corro a servirle il pranzo; se compare alla finestra dopo essere stata fuori, mi scruta coi suoi occhioni e, vedendo che non vado ad aprirle, gratta alla finestra, quando vado ad aprirle si batte la zampina su un orologio immaginario che avrebbe al polso quasi a dire “cazzo, è un quarto d’ora che aspetto!”. 

Anche al circo ormai è il leone che tira su dal pubblico il Principe Alberto di Monaco e gli fa fare il salto nel cerchio infuocato.

28 commenti:

  1. Finchè sono animali non ti capita nulla di cattivo e se il leone morde vuol dire che il mal capitato se lo merita. A favore dei quadrupedi, sempre!

    RispondiElimina
  2. il peggio avviene quando si impossessano del telecomando e ti fanno guardare il national geographic per delle ore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il peggio è quando si interessano dal veterinario per farti castrare.

      Elimina
    2. è per quello che non ho animali in casa ;-)

      Elimina
    3. Io per star tranquillo le vaccinazioni me le son fatte fare, per il microchip d'identificazione adesso vediamo.

      Elimina
    4. io sono tradizionalista, ho fatto il tatuaggio

      Elimina
    5. E se poi ci ripensi perché non ti piace più?

      Elimina
    6. ne ho già troppi per ripensarci :-)

      Elimina
    7. La sensazione più bella è quando entri in piscina alle terme e i vecchietti, appena ti vedono, si mettono la mano sul culo a cercare il portafogli per evitare che glielo rubi, senza rendersi conto che sono in costume e che il borsellino l'ho già preso prima dai loro armadietti:-)

      vuoi robba?

      Elimina
    8. sì, però hai fatto caso alle videocamere a circuito chiuso? Ti beccano subito con quelle, dai tatuaggi sei riconoscibile.

      Elimina
    9. indossavo l'accappatoio fornito dalle terme, ero irriconoscibile ;-)

      Elimina
    10. Ma come ci siamo finiti a parlare di terme e accappatoi se si parlava di gatti?

      Elimina
    11. ci siamo fatti prendere la mano dalle cazzate :-)

      Elimina
  3. Il cane non morde mai il padrone, solo gli altri. Fa quello che fa il suo padrone in fin dei conti. Tutto regolare Angelo: anche io faccio tutto quello che dice mia moglie, il mio animale domestico preferito, quando vuole uscire esco, quendo vuole mangiare mangio con lei, quando vuole andare a letto aspetto che si addormenti. Perché io ronfo, che avevi pensato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cane non morde ma la gatta sì, mi dà certi mozzichi! Sì, perché quando ci gioco inizialmente lei fa attenzione e mi dà le zampate avendo cura di non estrarre gli artigli ma poi se entra in modalità felino feroce si salvi chi può! Va là che tra te e tua moglie sei te la bestiolina.

      Elimina
    2. bestiolina, per non offendere.

      Elimina
  4. Ahaha finisce sempre che gli uomini devono sottostare ai gatti... :))
    Però sono adorabili, non mi sorprende che in Egitto li adorassero :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Egitto li veneravano perché facevano fuori i topi, logico, no?

      Elimina
  5. vedrai quando avrai la morosa
    altro che croccantini!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va là che la morosa mi hanno detto che bisogna prenderla a bastonate così si affeziona di più.

      Elimina
    2. Angelo dammi retta, con la morosa si fa come col gelato: due leccate prima che si squagli del tutto....

      Elimina
    3. il gelato sono abituato a mozzicarlo.

      Elimina
  6. Quello che te l' ha detto ci avrà la fila di aspiranti morose fuori dalla porta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tutte con lo schioppo imbracciato.

      Elimina
    2. No, intanto non stiamo parlando di aspiranti morose, ma di morosa già acquisita, è statisticamente provato che la morosa, se la coccoli, la tratti bene e le porti i fiori, alla fine ti molla per uno che la tiene sulla corda, la tratta male, la scherza e le fa le pure le corna. Sì, essa in un contesto in cui tutto va bene si sente a disagio, vuole l'uomo problematico, farsi carico dei suoi problemi, risolverglieli per poi ridursi a dirgli "basta, ti mollo, ti preferivo prima, quando mi rubavi i soldi dalla borsetta!".

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.