Pagine

domenica 25 gennaio 2015

02/12/2014

Stasera son passato dopo il lavoro, per vederti in un giorno feriale, e per capire se la Clio può essere davvero la tua. Nel parcheggio dei dipendenti però non c’è.
Il parcheggio è quasi vuoto, così penso che magari nei giorni feriali, data la ridotta affluenza, parcheggiate in quello davanti per i clienti.
Passando davanti ti ho intravista attraverso la vetrina, hai i capelli sciolti e stai alla cassa quattro (credo), ma non riesco a inquadrarti bene per via di tutti i cartelli con le promozioni attaccati al vetro.
Sono anche troppo concentrato per emozionarmi, ho sempre troppa paura di distrarmi e prendere dentro a qualche auto parcheggiata, invece alle 18, quando stavo per staccare dal lavoro, sapendo che venivo qui ero tutto emozionato. C’è anche l’auto dei carabinieri qui davanti, mi sa che hanno fermato qualcuno che rubava, ma ti ho vista che stavi bene per cui sto tranquillo.
La tua auto (sempre che sia la Clio) non la vedo, ma vedo una bici rossa col cestello nero. E' l’unica infilata nella rastrelliera e siccome una volta ti ho vista che mi attraversavi la strada in bici penso che forse è la tua. Quindi me ne vado resistendo al forte desiderio di fare un altro giro per controllare meglio e rivederti ancora. Magari ripasso domani.
Poi a casa mentre ceno penso a te che sei lì che fai passare la merce sul lettore ottico e vorrei essere lì a farti compagnia.