Pagine

sabato 21 dicembre 2013

Un libro che rileggo volentieri: American Gods di Neil Gaiman

"Va da sé che tutte le persone, vive o morte, nominate nel libro, sono frutto della mia immaginazione, oppure usate in modo immaginario. Soltanto gli dèi sono reali."
(dal libro American Gods di Neil Gaiman)

Neil Gaiman ha le chiavi d'ingresso per tutte le storie, di conseguenza è uno degli scrittori più potenti del pianeta.

6 commenti:

  1. Di suo ho letto solo "Nessun Dove" e "Coraline" e mi sono piaciuti un sacco. Mi sa che infilo nella lista delle letture per il 2014

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Tra la sue opere quella che mi piace di più rimane comunque tutta la saga di Sandman (il fumetto). So che hai letto anche una raccolta di racconti curata da Gaiman intitolata Sandaman - Il libro dei sogni, i racconti sono scritti però da altri scrittori, non da lui.

      Elimina
    2. Yep. Bella raccolta, tra l'altro.

      Elimina
    3. Sì, ultimamente invece scrive più roba per ragazzini tipo "Il figlio del cimitero" e "Il ragazzo dei mondi infiniti" che io ho letto comunque e mi son piaciuti. Sì, poi ci sarebbe il caso sciagurato della traduzione più brutta che si poteva dare al titolo di un libro, ovvero "Buona apocalisse a tutti!" che nell'originale sarebbe"Good omens" scritto a quattro mani con un altro autore.

      Elimina
  2. caspita, potevi dirlo prima,
    me lo sarei portato in vacanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me non è il tuo genere, però se vuoi provare...

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.