Pagine

lunedì 9 dicembre 2013

Tasse

La giunta comunale del mio paese ha deliberato che quest’anno le tasse tipo la tassa sui rifiuti e l'addizionale IRPEF saranno tutte solo a carico dei contribuenti anziani over 70 con la pensione minima.
Come soluzione mi sembra sensata. L'anziano va stimolato, se no si lascia andare e perde entusiasmo nella vita, così gli si manda la mega-bolletta e contemporaneamente gli si stacca le utenze di luce e gas.
La prima reazione dell’anziano che si trova davanti una botta di bollettino con centinaia di migliaia di euro da pagare è quella infatti di correre a infilare le dita nella presa della corrente o a mettere la testa nel forno col gas aperto al massimo. Esso però, tempo qualche giorno dal bello spavento iniziale, sentendo l'incombere della scadenza comincia a reagire, e in breve passa dal correre a impegnare gli ori di famiglia e a fare l'elemosina davanti alla chiesa, al fare le rapine fatte bene in banca e negli uffici postali urlando alla cassiera "dammi tutti i soldi o ti faccio saltare le cervella lurida puttana!". La sera poi si organizza con altri anziani in macchine da sei e va a fare razzie tipo gli Unni nelle villette dei comuni limitrofi.
Raccolta la somma necessaria paga e torna a lamentarsi dei dolori come faceva prima.
Quest'anno per la prima volta il bilancio dovrebbe chiudere in attivo.
L’’anno scorso invece non ha funzionato perché si è pescato a sorte un solo cittadino che pagasse tutto, appena saputolo però il malcapitato si è legato un masso al collo e si è gettato nel fiume Mincio. Tratto in salvo da un nucleo di nutrie rieducate sentinelle-bagnine presso i Lidi Ferraresi, il povero sfortunato è stato soccorso dai suoi compaesani ed eletto sindaco ad unanimità per simpatia. Poi i soldi si sono raccolti comunque un po' facendo una grande colletta, un po' facendo finte raccolte fondi tipo quella per l'alluvione del '98 in cui un centinaio di cantine finirono sommerse e migliaia di salami furono perduti e poi ritrovati alle foci del Po, oppure chiedendo contributi statali a fondo perduto per la costruzione di un palazzetto dello sport che poi si è tirato su con la carta pesta per far risultare qualcosa e fatto bruciare poi in una notte, prima che la magistratura indagasse. Come paese siamo molto unito, per cui una soluzione la si trova sempre.

4 commenti:

  1. Risposte
    1. Cosa vuoi che ti dica, a noi piace definirci come esempio di comune virtuoso. Un'altra nostra bella iniziativa è quella dei parcheggi, da noi se metti la macchina in doppia fila o fuori dalle strisce chiunque è autorizzato a farti un bozzo sul cofano e una bella riga sulla fiancata di lunghezza variabile a seconda della gravità dell'infrazione, anche il vigile fa così, è tempo perso star lì a compilare la multa, fare il verbale, inoltrare il bollettino per il pagamento, track gli si traccia un bel solco sulla carrozzeria e al limite gli si divelle lo specchietto retrovisore ed è fatta; poi è chiaro che ogni carrozziere, secondo coscienza, potrà decidere di devolvere alla comunità parte dei proventi ottenuti per la sistemazione delle auto vandalizzate, in caso contrario gli si incendia l'officina.

      Elimina
  2. Mi immagino le scorribande di vecchietti-Unni...ad occupare i cantieri per protesta! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ma quei vecchietti lì non vanno a occupare i cantieri, al limite durante il giorno si fermano a criticare i manovali e a spiegargli che il lavoro non va fatto così, poi di notte passano a rubare tutto il bel materiale edile.

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.