Pagine

giovedì 19 dicembre 2013

In ufficio manca poco a Natale

Io, raccogliendo un sacchetto da una scrivania, ricordandomi che il cibo non va sprecato (che al mondo c'è gente che muore di fame) e fingendo di essere Bear Grylls: "ecco, guardate qua, dei lupi hanno squarciato un'offella d'oro (dolce natalizio tipo pandoro). Vedete? Hanno lasciato solo la parte inferiore troppo bruciacchiata. Guardate, sembra un orribile pezzo di pneumatico. GNUNF GNUNF, mmh, è commestibile! E' un po' amara ma se riesco a metterla in bocca insieme alle briciole di zucchero e mandorla rimaste sul fondo diventa una prelibatezza, GNUM GNUNF. Ecco, raccolgo gli ultimi residui facendo attenzione a non farli cadere sulla moquette. Ecco fatto, ora la poltiglia che ho ingollato andrà a depositarsi nell'intestino e lì cementificherà rilasciando gradualmente sostanze nutritive, per una settimana dovrei essere a posto, non avrò più bisogno di mangiare!".
Tutto ciò nella totale indifferenza dei colleghi.

18 commenti:

  1. durante il pranzo di natale ho fatto la stessa cosa sotto lo sguardo perplesso della direttrice, della cui opinione, in ogni caso, mi frega assai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando, l'anno scorso? Comunque brava, perdere il decoro davanti alla direttrice non è da tutti.

      Elimina
    2. il pranzo di natale lo facciamo la settimana prima di natale, scusa!
      mica lo possiamo chiamare "pranzo della settimana prima di natale"!
      il mio capo mi considera -ipse dixit- "una persona assurda", vuol dire che il decoro l'ho perso da un pezzo.

      Elimina
    3. giusta osservazione, con le festività perdo sempre la cognizione del tempo.

      Elimina
  2. Risposte
    1. Eh, non si può essere sempre simpatici a tutti.

      Elimina
  3. in realtà stavano scommettendo se ti saresti strozzato o no :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano talmente indifferenti che se mi fossi strozzato non se ne sarebbero accorti.

      Elimina
  4. anche io mangio sempre il fondo del pandoro, buttarlo via e' un crimine. una volta lo facevo anche con il fondo della colomba di pasqua, ma era difficile da masticare, fino a quando non mi hanno spiegato che e' di carta.
    per curiosita', era un'offella d'oro perbellini o perbruttini?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'offella d'oro è solo perbellini (credo), è un dono che un nostro rappresentante ha fatto al customer service, le cui colleghe hanno deciso di dividerlo anche con noi, in realtà la sera prima il mio capo mi aveva fatto buttare i resti nel cestino perché c'è un po' di astio con una collega che aveva anche fatto lo zabaione per accompagnarlo, per via che quando, dato che siamo in tanti e non ce n'era per tutti, ho proposto di condividere anche l'unico pandoro ricevuto da un nostro fornitore lei mi ha guardato schifata perché non era di una marca conosciuta anche se io garantivo che era buonissimo dato che l'avevo mangiato anche l'anno prima. Sì, poi la maretta c'è anche perché essendo amica del figlio del titolare pare che spesso faccia la spia riguardo alle nostre "colazioni" e quando anche lei porta qualcosa, come ha fatto con l'offella, si preoccupa di metterla sul tavolo accanto al nostro, così che la colpa ricada su di noi, infatti anche con l'offella il mio capo ci ha provato a dirle "mettila di là che se no le altre non vengono perché si vergognano" e invece niente, anche perché sono intervenuto io dicendo "ma sì dai lasciala lì" (dato che si era data da fare con lo zabaione mi dispiaceva trattarla male). Il mio capo poi si è rifiutato di mangiarla, cosa più unica che rara. Insomma per farla breve, la sera la collega ha ripulito e ha lasciato il sacchetto con i resti sul nostro tavolo, siccome io e il mio capo siamo stati gli ultimi a lasciare l'ufficio lui mi ha detto "butta via tutto!", io ho eseguito ma la mattina seguente ho tolto il sacchetto dal cestino in cui l'avevo gettato e l'ho rimesso sul tavolo, infatti metti che la collega l'avesse cercato perché voleva mangiarlo con il caffé-latte sarebbero aumentati gli attriti e quella poi si vendica andando dal figlio del titolare, e comunque mi dispiace sempre buttare del cibo ancora buono. Così mentre non c'era il mio capo, notando che c'erano solo parti bruciate e la collega mai si sarebbe abbassata a mangiare quegli immondi scarti, ho fatto la scenetta. Viva lo spirito del natale!

      Elimina
    2. ammazza, che intrigo, ed io che mi aspettavo una risposta del tipo "la prima che hai detto".
      sei sicuro che quella roba bianca sull'offella fosse zucchero?

      Elimina
    3. Avevo bisogno di sfogarmi un po', la bustina presente nella confezione era tale e quale alle bustine di cocaina che si vedono nei film, al che mi sono detto "ma non potevano almeno farla un po' diversa giusto per non creare equivoci?"

      Elimina
    4. la prossima volta potresti bucarla con un coltellino a serramanico e poi assaggiarla col mignolo (e' piu' educato) come nei film amerregani.
      oppure, quando lo aprono per metterlo sul dolce, potresti fare finta di starnutire, in modo da diffondere una nuvola di dolcezza nell'ufficio.

      Elimina
    5. la cosa del coltello a serramanico mi piace, peccato non mi sia venuta in mente, avrei potuto farlo usando un coltello comune.

      Elimina
  5. Hai mai provato a mangiare la carta con cui sta incartato un panettone, quella sul fondo, dove rimane attaccata tanta roba buoooooniiisssiiiiima, che non riesci mai a grattare via, nemmeno a leccare? Io ti garantisco che è una leccornia. Quanto al finale.....non ti preoccupare: quello che non strozza ingrassa e tutti i residui, che tu lo creda o meno, finiscono nell'accogliente cesso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, però una volta, siccome in ufficio ogni tanto si ha l'usanza di comprare una vaschetta di crema chantilly per accompagnare pandori e simili, al mio capo che stava raccogliendo uno strato di crema rimasto sul fondo della vaschetta, ho detto "raccoglilo con questa" porgendogli quella che credevo essere la sottile parte inferiore (un cerchio intero) di una torta paradiso rimasta incollata al fondo, lui l'ha "immersa" nella vaschetta e portandosela alla bocca si è accorto che invece era un tondo di carta, al che ne ha leccato via la crema e l'ha buttata. Quante risate.

      p.s.: occhio a mangiare la carta che rischi il blocco intestinale!

      Elimina
  6. quanto materiale blogger nel tuo ufficio,
    potresti farne un blog.
    la tapparella dell'ufficio, per dire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, guarda, quello che succede in ufficio dovrebbe restare in ufficio già per principio, poi metti che un collega ci capiti, son guai.

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.