Pagine

martedì 10 settembre 2013

Rivalutando Don Matteo

Fino alla settimana scorsa, a pranzo, guardavo Don Matteo (serie TV che danno sulla RAI).
Tutti gli episodi si svolgono più o meno così: 

  • qualcuno viene assassinato
  • Don Matteo è lì nei pressi per cui si interessa al caso
  • i carabinieri arrestano subito un povero disgraziato che ha avuto la sfortuna di minacciare di morte la vittima giusto il giorno prima
  • si scopre che l’assassino è un altro grazie all’intervento di Don Matteo che l’ha convinto a confessare
  •  battuta finale e fermo immagine del faccione sorridente di don Matteo.
Per me sarebbe molto bello se nell'ultimissimo episodio della serie si scoprisse che il vero colpevole è sempre stato lui (Don Matteo), che si divertiva a commettere omicidi per poi far ricadere la colpa su individui plagiabili ed esterni alla cerchia dei principali sospettati per poi prendersi il merito della risoluzione del caso.

Battuta finale: “questa non ve l’aspettavate, eh? Praticamente Dexter mi fa una pippa.”
Fermo immagine del suo faccione sorridente.

19 commenti:

  1. una mia amica, tornata da una vacanza di gruppi familiari parrocchiali ad assisi, mi dice che un giorno le ragazze hannno voluto a tutti i costi andare a gubbio a vedere "la chiesa di Don matteo".
    non avendo presente lo sceneggiato, ho pensato: ma guarda un po' come sono religiose queste ragazze, si vede che i genitori paolotti le hanno tirate su a pane e vangelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivate là hanno preteso di farsi confessare da Terence Hill.

      Elimina
  2. ahahahahahahahahahahaa
    è vero è vero!
    mio padre, neopensionato da quando è a casa lo vede e mi è capitato di vederlo e i tuoi punti centrali di descrizione sono giustissimi
    tra l'altro ho notato questa cosa: Don matteo, con la sua maledetta bici in ferro battuto del 1903 ha un udito incredibile. se sta su un ponte riesce a sentire cosa dice uno al telefono a 100 metri di distanza e quindi rincorrerlo nonostante il cattivo guidi un SUV, e arrivare comunque prima della polizia. SEMPRE
    dopo il prete e la guardia forestale a 'sto punto fategli fare un super eroe trash nazional popolare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ma se lo guardi bene ti rendi conto che il mio finale sarebbe anche molto plausibile dato che molto spesso si trova già sul luogo del delitto e come molti serial killer si offre di aiutare la polizia.

      Elimina
  3. dimenticavo.
    il finale è identico alla signora in giallo solo che c'è don matteo.
    risata e fermo immagine
    che cazzo si ridono tutti quanti io non lo so

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il finale della signora in giallo mi manca, non sono mai riuscito a vederne una puntata fino alla fine, cambiavo canale appena sentivo la sua classica risatina "ahahahha, sig. Smith ma lo sa che lei è davvero uno spasso?..."

      Elimina
    2. e' vero, ho sempre pensato la stessa cosa di Jessica Fletcher.
      mai invitarla al proprio matrimonio, ben che ti vada, sarai la vittima del delitto, se invece sei davvero sfortunato, non solo ti fa incriminare per il delitto, ma fra l'ammirazione degli astanti, che sono tutti fans dei suoi libri, ti convince pure che sei davvero stato tu, per cui, rassegnato, non ti rimane che consegnarti alla polizia.
      ricordate la serie dell'avvocato difensore Petrocelli? in ogni puntata il primo che trovava il cadavere aveva la geniale idea di prendere in mano l'arma del delitto, magari sporcandosi pure di sangue. ovviamente arrivava sulla scena il secondo, che lo denunciava. e Petrocelli (differentemente da Perry Mason, che non solo fa assolvere il proprio cliente, ma trova anche il vero colpevole) faceva sempre assolvere il proprio cliente in base ad un ragionevole dubbio, finale pseudo-realista che faceva andare su tutte le furie mio fratello. mi pare di ricordare che soltanto in una puntata perdesse la causa, rendendosi conto che il suo cliente era davvero colpevole. insomma una serie che dava grandi soddisfazioni.

      Elimina
    3. Bentornato Marsiano, ero incerto se scriverti una mail per chiedere che fine avevi fatto.
      Petrocelli proprio non lo conosco, forse non è della mia "epoca" o forse semplicemente non me lo ricordo. Quella saccentona della Fletcher mi è sempre stata antipatica. Anche Parry Mason non lo ricordo tanto.

      Elimina
  4. Ecco, per un finale così avrebbe (quasi) senso pagare il canone RAI! Anche io, come Chiara, mi chiedo sempre che cazzo avranno mai da ridere..?! E comunque:

    http://www.serialminds.com/wp-content/uploads/2012/10/Signora-in-giallo-whos-dead.jpg

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, Don Matteo ride perché ancora una volta l'ha fatta franca...

      Elimina
    2. la Fletcher ride per non piangere (pensando alla sua insulsa vita).

      Elimina
  5. Risposte
    1. grazie, anche se non ho capito bene perché mi dici così.

      Elimina
  6. Ahahahah e Natalina?? La facciamo complice? Facciamola tipo Wanna Marchi, che ipnotizza il confessando! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè il conf...essaturo...confetturum est...confetto! No vabè, non mi viene la declinazione latina XD

      Elimina
    2. No, complice no, ma qualcosa aveva capito, non ha detto niente perché tanto nessuno le avrebbe creduto e poi non voleva rischiare di rovinarsi la carriera di perpetua.

      Elimina
    3. voleva perpetuare la carriera! XD ok la smetto :P

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.