Pagine

martedì 27 agosto 2013

Ferie estive addio

Ultimo giorno di ferie, da domani si ricomincia a usare i pantaloni lunghi. Addio birre scure bevute a pranzo e sonnellini pomeridiani.
Sì, un po' mi dispiace e mi sale già un po' di ansia, anche se devo ammettere che ho contato i giorni, sperando che passassero veloci queste ferie, dato che quando non sono impegnato col lavoro mi riduco sempre a collezionare una serie di nuovi grattacapi che mi urtano i nervi e a cui non trovo soluzione, paranoie angoscianti che fra qualche tempo un po' mi verrà da riderne e un po' mi salirà la paura che si ripresentino.
Come al solito però mi sale il dubbio di non essermele godute, sarei dovuto andare più spesso al lago o in altri bei posti, avrei potuto mangiare più gelati, correre di più, passeggiare, andare in bici (che quest'anno proprio è rimasta appesa al muro), fare tutte le cose insomma che mi ero prefissato di fare prima che queste benedette ferie cominciassero e che poi per pigrizia e mancanza assoluta di entusiasmo non ho fatto.

12 commenti:

  1. Beh, se certe cose non le hai fatte avrai fatto di meglio...pure fosse dormire, evidentemente era quello che ti piaceva fare di più in quel momento, quindi stica. Per prendere la bici ci sono ancora le domeniche...che ancora il brutto tempo non è arrivato e spero non arriverà per qualche altra settimana..
    Riguardo le paranoie...beh, quando si ripresentano ecco forse è il caso di pensare ad altro e tenersi occupati..mi ci sto specializzando assai in questo..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, hai ragione, però potevo fare più cruciverba, più sudoku...

      Elimina
    2. Allora fai il contrario, fai tante cose che di più non si può, poi quando ti fermi e ti vengono le paranoie, quello è il momento adatto per dormire. Non c'è bisogno di bere per dimenticare ed è pure gratis! Testato e approvato da Maestra Miyagi!!

      Elimina
    3. poi mi faccio venire la paranoia di aver i sintomi di qualche malattia perché son sempre troppo stanco per farmi venire le paranoie regolari che ho quando sto in salute.

      Elimina
  2. E ci son passata, sia sulle paranoie che sul non godersi tutto appieno (spesso proprio a causa delle paranoie).
    Poi uno torna a casa, ferie finite, e gli giran le palle perché capisce (è ovvio, sempre quando è tardi) che "sarebbe stato meglio se". La mia è la sindrome dell'eterna insoddisfazione.
    Pare l'unico rimedio sia prendere una formica carnivora e infilarsela in un orecchio. Poi basta attendere per vedere cosa succede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma come fa la formichina a risalire il dotto uditivo con tutti quei peletti che madre natura ci ha dato come dispositivo anti-intrusione?

      Elimina
  3. Ti dà di volta il cervello?
    Non penserai davvero di rientrare domani!
    Non SARAI certo rientrato oggi!
    E L'APPUNTAMENTO DELLE DIECI??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, destino crudele, non ho neanche chiesto a mia madre come è andata.

      Elimina
  4. Risposte
    1. aggiornamento: non si è neanche presentata. Ma vatti a fidare di quello che dice mia mamma, magari non si è fatta trovare in casa un'altra volta.

      Elimina
  5. ragione in più per ricontattarla!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, a questo punto deve essere lei a farsi insistente. Se riesce a convincere mia mamma ad acquistare l'aspirapolvere saprò che la donna fatta per me.

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.