Pagine

domenica 2 giugno 2013

63.

Il 25 aprile 2006 alcune scosse di terremoto generarono una frana sotterranea nella miniera di Beaconsfield in Tasmania (Australia). Dei 17 minatori presenti, 14 riuscirono a mettersi in salvo, 1 morì e 2 rimasero prigionieri del sottosuolo per 2 settimane. I soccorritori ci misero giorni prima di riuscire a creare una via per poter almeno recapitare ai minatori imprigionati i generi di prima necessità, tra questi c’era anche un iPod con la musica dei Foo Fighters, come richiesto da uno dei minatori intrappolati. Quando Dave Grohl (Foo Fighters) lo venne a sapere mandò loro un messaggio in cui diceva che, una volta usciti, avrebbero avuto i biglietti omaggio per uno qualsiasi dei concerti dei Foo Fighters a cui avrebbero voluto assistere e che li avrebbe incontrati volentieri per una birra dopo il concerto. Uno di loro accettò e, una volta fuori, scelse di andare con la moglie ad un concerto acustico al Sidney Opera House. Dave Grohl la notte prima del concerto, sapendo che ci sarebbe stato il minatore, decise di comporre un brano strumentale acustico intitolato “Ballad of the Beaconsfield Miners”, e la sera successiva, durante il concerto, imbracciò la chitarra e glielo dedicò. Dopo il concerto si ubriacarono insieme e Dave Grohl gli promise che avrebbe inserito quel pezzo nell’album successivo. E così fu.

Canzoni fatte scendere coi miei pensieri a fargli da zavorra.

4 commenti:

  1. l'hai inventato di sana pianta?

    RispondiElimina
  2. Io dico che è qui che si distingue l'artista dal puro esaltato. e Dave mi sta simpatico, sarà la barba!

    RispondiElimina
  3. era simpatico anche quando non aveva la barba :)

    RispondiElimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.