Pagine

venerdì 29 giugno 2012

SE IL MONDO FINISSE DOMANI

Ogni tanto mi capita di rifletterci: se venissimo informati della certa e imminente fine del mondo, come ci comporteremmo?
Ci precipiteremmo a spendere tutti i soldi che abbiamo? Ma poi i soldi che valore avrebbero a quel punto per chi li riceve? Allora, alè, tutto gratis: ogni cosa è di chi se la piglia. Tutti a Gardaland, sai che file interminabili!!!
Io devo ammettere, e qui si scopre che sono una persona cattiva, che mi stuzzica la vendetta senza conseguenze penali su tutti coloro che hanno reso insopportabile la mia vita, a cominciare dai ragazzini che mi tormentavano a scuola. Ma chi può dirlo, magari invece perdonerei tutti.
I miei genitori sostengono che. quando uno muore, quella lì è la sua fine del mondo, e allora penso ai malati terminali, la loro fine del mondo, secondo il ragionamento dei miei genitori, è vicina, e loro come si comportano? Alcuni cercano di vivere al massimo gli ultimi giorni che gli rimangono, cercano di riavvicinarsi ai propri cari, altri cercano ovunque una cura, lottano, altri fanno finta di niente, sperano, perché la speranza è l’ultima a morire, sperano in un errore nella diagnosi del medico, sperano in un miracolo.

E nell’istante che precede la fine a chi vorreste essere vicini? Ai vostri familiari? Ai vostri amici? A Pippo Baudo?
Un bel problema logistico: Natale con i tuoi, capodanno con chi vuoi, ma l’apocalisse? I Maya questo non lo spiegano.

9 commenti:

  1. lo so, perché ho vissuto un'esperienza di paura della fine: in pace con la mia coscienza

    RispondiElimina
  2. per cui propendo per la tua ipotesi del perdono. in una situazione in cui fosse chiaro di essere di fronte all'apocalisse, la gente vivrebbe contemporaneamente uno stato di illuminazione collettiva. solo chi si illudesse di potersi salvare continuerebbe ad agire in modo egoista. non a caso è di fronte alle tragedie come una guerra o un disastro naturale che le persone dimostrano più solidarietà, mentre è nel benessere senza pensieri che ci si dimostra più indifferenti ai problemi altrui.

    RispondiElimina
  3. Misspepì pololin popolà5 luglio 2012 13:55

    Aspetterei la fine del mondo con la mia famiglia: Mamma, Papà, Fidanzato, Pepita. Probabilmente a fare qualcosa di inutile e con tanta tristezza nel cuore perchè insieme stiamo veramente bene. Mia mamma riuscirebbe comunque a consolarci tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O.K., il problema che ho dimenticato di sottolineare è questo: e se il tuo fidanzato volesse stare accanto, oltre che a voi, anche ai propri genitori nonché a Piero Pelù? E se i genitori, tuoi e suoi (mettici se vuoi anche quelli di Pelù) a loro volta volessero stare anche con sorelle, fratelli etc. i quali a loro volta vorrebbero stare con i vari rispettivi mariti, mogli, fidanzati, fidanzate, figli e figlie? E se tra questi ci fosse qualcuno che vuole starsene per i fatti propri abbracciato al gonfiabile di Winnie the Pooh?
      Allora facciamo così, si fa un giro di telefonate dicendo "alla tal ora ci si ritrova tutti al tal posto, chi c'è bene, chi non c'è pazienza, e comunque, se non ci si risente prima, buone ferie!"

      Elimina
    2. tutti in piazza davanti al maxi-schermo ad assistere alla fine del mondo

      Elimina
    3. No, guarda, se c'è la televisione allora i non vengo!

      Elimina
    4. no, non c'è la televisione, c'è solo un maxi-schermo spento, ma tanto la fine del mondo la vedono tutti lo stesso, tranne quelli molto concentrati a fissare il maxi-schermo

      Elimina
    5. Ah, è tipo un diversivo, allora vengo!

      Elimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.