Pagine

domenica 10 aprile 2011

IMPAVIDO

Temo che Roma non la visiterò mai, troppo ricca di storia e zeppa di bellezze artistiche, starei tutto il tempo con la Sindrome di Stendhal, senza contare poi che soffro di una tremenda fobia per il Cupolone, tanto che quando lo vedo in foto o in TV immediatamente sento l'esigenza di fuggire e svengo. Mio padre per aiutarmi a superare le mie paure, dato che deve rifare il tetto, anziché investire nel fotovoltaico come fanno tutti, ha deciso di far diventare la sommità della nostra casa una riproduzione in scala del tanto temuto Cupolone; io per non essere da meno ho assunto una squadra di bambini dell'asilo che, muniti di pastelli a cera, ridipingeranno la mia cameretta come l'interno della cappella Sistina; i bambini lavorano in nero e mi hanno chiesto di essere pagati in pesos boliviani, quando gli ho chiesto il motivo mi hanno accennato vagamente ad alcuni amici che hanno in Bolivia (narcotrafficanti?) e ad un viaggio che dovrà intraprendere la loro maestra (andata con i pesos e ritorno con ovuli nell'intestino?), io per non avere problemi non ho fatto altre domande.