Pagine

giovedì 13 ottobre 2011

IL SEME

Ho piantato un seme di zucca. In ufficio da un paio di mesi giaceva incolta una modica quantità di terriccio misto a corteccia e schifezze varie, recuperato dalla donna delle pulizia da uno dei grossi vasi di primule all'ingresso, quando una delle mie colleghe aveva scoperto nella mela che stava mangiando un seme che stava già mettendo radici, e noi, speranzosi di far crescere un melo in ufficio, avevamo raccolto quella terra in una mezza bottiglia di plastica, forata sul fondo e posta su un piattino di carta, piantato e irrigato il seme che dopo un paio di giorni sembrava attecchire ma poi morì. Avevamo sperato di ottenere i miracolosi risultati di qualche mese prima quando, per fare uno scherzo alla collega che si spacciava per amante della natura ma che aveva trascurato la piantina che teneva in ufficio tanto da ridurla a un misero rametto d'erba mezzo secco, decidemmo di piantare 3 fagiolini. Fagiolini che nel giro di una settimana crebbero di due spanne, la nostra collega quando lo scoprì dapprima si mostrò divertita ma con il tempo prese in antipatia quelle piantine che svettavano sopra la sua e un dì decise di sradicarle. Le zucche in realtà si seminano in aprile-maggio, me lo spiegava mia madre ieri quando le ho chiesto dei semi che avevo lasciato fuori ad essiccare. Io comunque ne ho preso uno e oggi l'ho piantato, che non si sa esattamente in che stagione sia il nostro ufficio.

Nessun commento:

Posta un commento

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.