Pagine

mercoledì 15 giugno 2011

MIAO

Occorrerebbe fare un parallelo tra il mio stato e la randagiaggine dei gatti, nel senso che la randagità del gatto è dovuta per lo più al distacco ed è per lo più irreversibile. Una ragazza del gattile mi spiegò a suo tempo che il gattino abbandonato che vagava nei pressi della mia abitazione andava recuperato da subito e accudito perché, per quanto avrebbe potuto sopravvivere senza troppi sforzi racimolando qualcosa da mangiare dai vari abitanti del quartiere, rischiava ben presto di diventare "selvatico" e inavvicinabile. Il gatto inselvatichito non si lascia accarezzare, anche se forse lo vorrebbe, e una volta catturato, se lo si cerca di accarezzare, lui mostrerà un evidente disagio. Ecco io sono così. Sono vittima della mia randagitudine, non mi sono integrato, e per quanto mi ci sia sforzato non ci sono mai riuscito. Mi sfuggono certi meccanismi: l'altra settimana la mia ragazza mi ha lasciato perché quando suo padre mi ha sfidato a harakiri io ho dato forfait. 

4 commenti:

  1. I suoceri meglio evitarli. Soprattutto se giapponesi.

    7

    RispondiElimina
  2. In realtà il "potenziale" suocero è originario della bassa Val Badia, avendo poca confidenza con le parole straniere spesso le confonde, infatti lui intendeva sfidarmi a Shangai (il gioco cinese con i bastoncini)io però, nel dubbio, ho preferito non presentarmi.

    RispondiElimina
  3. Tu hai la capacità in dieci righe di fare questo:

    Dedichi le prime nuove ad un concetto profondo nel quale spesso mi soffermo a ragionare perchè mi da sempre spunti di rilfessione...poi la decima riga spazzi tutti con un concetto surreale...

    ma a me non mi freghi, caro il mio ANGOLO....

    RispondiElimina
  4. In realtà [notare come le mie risposte ai commenti spesso inizino con "in realtà" quando in realtà non sto parlando della realtà] tutto parte da una scemenza lunga tre righe che mi viene in mente. Postare solo tre righe un po' mi dispiace perché dietro c'è un ragionamento filosofico molto completo che non vorrei venisse preso alla leggera, nel contempo, mentre guido sulla strada da e per il lavoro ascoltando l'ultimo singolo dei Foo Fighters, concepisco dei pensieri molto belli e profondi che dimentico istantaneamente. L'impellente esigenza di trovarmi una ragazza poi continua imperturbata a occupare le mie sinapsi e alla fine sono talmente stanco che crollo e scrivo tutto da sonnambulo, come viene viene.

    RispondiElimina

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.