Pagine

giovedì 16 settembre 2010

PII MACI

Imparo tantissimo, ci sono costretto, il capo dapprima in malattia e ora part-time (causa ernia del disco), e la baracca è dura da tirare avanti se non sai le cose. Imparo.
A registrar fatture son veloce come Senna sul bagnato, il tastierino numerico lo so a memoria, non mi serve guardarlo per buttar dentro cifre.
Ho i tendini dell'avambraccio incriccati, spalle e collo indolenziti. All'ora di pranzo torno a casa, in dieci minuti mangio e riparto per l'ufficio, lavoro anche il sabato mattina.
Stato d'emergenza, non perdo tempo con le mie incertezze, si fa così e se non va bene pazienza, tanto sono scusato, anche se c'è chi si lamenta lo stesso. Grattacapi via cavo, e i soliti che se ne approfittato per fare i furbi e scaricare magagne o lavarsene le mani. Arriverà il giorno mi dico, ma non puoi sederti in riva al fiume ad aspettare il cadavere del tuo nemico se il tuo nemico vive al mare.
Da due settimane a questa parte ogni lunedì ricevo un cazziatone dal capo del capo del capo del mio capo, una delle poche figure autoritarie dell'azienda di cui tutti hanno timore tranne me, so che un po' mi crede un genio, ma in realtà mi sopravvaluta, in fondo sono solo un'idiota molto fortunato.

Nessun commento:

Posta un commento

Allora: 'sto blog ogni tanto si mangia i commenti. Sì, è colpa delle lobby dei potenti che stanno osteggiando la mia crescente popolarità. Siccome sono un cagasotto non mi schiero contro i poteri forti, perciò vi chiedo: PER FAVORE PRIMA DI PUBBLICARE I VOSTRI COMMENTI COPIATELI, COSI' NON VANNO PERSI.
A VOLTE SPARISCONO SENZA UN PERCHE'.
GRAZIE.

In più ho deciso di impostare la moderazione dei commenti.